COSA SUCCEDE SE UN'IMPRESA ESEGUENDO I LAVORI ARRECA DANNI AGLI EDIFICI VICINI?

Prima di affidare i lavori a qualcuno assicuratevi che la ditta sia provvista di polizza assicurativa, evitate di affidare i lavori a personale improvvisato. I costi di risarcimento a volte sono molto elevati!
Ediliziapoint per le imprese certificate apporrà un apposito logo identificativo che accerterà che l'impresa è provvista di CASCO.
Di seguito l'icona di riconoscimento:

imprese assicurate casco


I danni contro terzi sono tutti quei danni che vengono risarciti da una compagnia di assicurazione perchèl un proprio assicurato li ha causati ad una terza persona, coinvolta suo malgrado nel sinistro. Nei danni contro terzi rientrano tutti i danni contro le persone, contro le cose e anche contro gli animali. Questo tipo di danni può, a sua volta, essere causato da persone, da cose o da animali. Se la persona/l'impresa che causa il danno, in modo colposo o doloso, è coperta nella sua attività da una polizza assicurativa di responsabilità civile, sarà la compagnia a risarcire la terza persona per il danno, fino al massimale convenuto nella polizza. Se invece il soggetto che causa il danno non è coperto da una polizza, il risarcimento avverrà a carico del soggetto stesso.

Il soggetto danneggiato in quanto persona diversa dall'assicurato, con le nuove norme del Decreto Bersani del 2007, nel caso di danni di lieve entità, ottiene l'indennizzo dalla sua compagnia di assicurazione. Si tratta della nuova disciplina del cosiddetto risarcimento diretto, volta ad accelerare le procedure a favore della vittima.

Se il danno viene causato da una perdita d'acqua, o da una demolizione, le polizze per danni contro terzi provvedono, al posto dell'assicurato, al risarcimento di questi danni. Lo stesso discorso va fatto anche per l'ambito delle persone giuridiche, vale a dire imprese o società.